RAPPORTO SENTIERISTICA 30/11/2012

Si è svolta il 30 Novembre  una riunione della Commissione Sentieri. La riunione doveva fare il punto sulla situazione dei sentieri ufficiali mantenuti dalla nostra Sezione del Valdarno Superiore. I responsabili: Ciatti e Rossi, ci hanno fatto pervenire un rapporto che qui pubblichiamo per maggiore informazione dei soci.

Come si può capire la riunione è stata un successo e le condizioni dei sentieri sono discrete. La Sezione certamente farà proseguire i contatti con i soci che si vogliono impegnare in questo lavoro che è sì pesante e talvolta necessita di molto tempo, ma da anche delle soddisfazioni e non dimentichiamo che sta alla base del nostro lavoro di valorizzazione del territorio.  A Febbraio certamente ci ritroveremo per un’altra serata e, in quella occasione, cercheremo di presentare anche delle nuove idee per dei sentieri rinnovati e sempre più interessanti da tutti i punti di vista.

Il rapporto dei Responsabili della Commissione:

OGGETTO: Sentieristica – riunione del 30/11/2012

Venerdì 30 novembre scorso si è tenuta in sede una riunione degli adottanti i sentieri  ricadenti nel nostro territorio montano e collinare, fra la riva destra e sinistra dell’Arno, dal comune di  Bucine a quelli di Figline V.no, meglio identificati come Area Chianti ed Area Pratomagno.

Con il contributo importante del socio Lorenzo Bigi, coordinatore della Sezione per l’immissione della nostra rete di sentieri nel nuovo sistema GPS (Global  Position  System), sono stati passati in rassegna, quasi tutti i percorsi in nostra gestione dall’inizio al termine del tracciato, evidenziando la maggior parte dei problemi che i medesimi presentano e confermando il normale stato di percorribilità di altri.

A fine lavori la situazione analizzata è la seguente: quasi la metà della nostra rete è in ordine, vale a dire che è regolarmente segnalata, non presenta ostacoli ne pericoli di rilievo per gli escursionisti, il 30% è in via di sistemazione avendo  bisogno di controlli e modesti lavori, il restante 20% necessita di interventi più o meno impegnativi a seguito di eventi naturali avvenuti negli ultimi tempi quali frane, modifiche del tracciato di stradelle, abbattimento di alberi, ecc.. (un esempio di “emergenza “ si ha nel sentiero 39 dell’Area Chianti che prima di arrivare alla chiesa di S. Tommè è franato un tratto per cause di erosione naturale).

La Commissione  Sentieri ringrazia gli oltre  2/3 di soci che hanno in adozione almeno un sentiero (il gruppo di lavoro ad oggi è composto da 23 elementi),  più altri interessati e collaboratori  che hanno partecipato alla riunione, una presenza più che soddisfacente se confrontata a quella delle precedenti occasioni.

Ci sembra doveroso fornire brevemente a tutto il corpo associativo della Sezione qualche dato fra i più significativi riguardanti la nostra rete sentieristica:

  • A seguito dell’iniziativa e della competente direzione del compianto amico del CAI di Arezzo Gianpaolo Matteagi, nel 1994 fu stampata la prima edizione della Guida alla Carta dei Sentieri fra “Il Chianti l’Arno e la Chiana” e nello stesso anno furono sistemati tutti i relativi sentieri. Nel 1996 fu completato il versante del Pratomagno con l’edizione della relativa guida “Pratomagno”.
  • I sentieri gestiti nel nostro territorio come descritto all’inizio sono 35 per un totale di km. 335.

E per finire si comunica che si sono messi a disposizione per questa attività quattro nuovi soci: Mauro Borchi, Roberto Cenni,  Lorenza Gerlini e Vannetto Vannini;  confortante notizia  se si pensa che da molti anni nessuno si era aggiunto al nucleo iniziale.

La CommissioneSentieri

Carlo Ciatti e Elio Rossi