Rocca Ricciarda (Guicciarda)

Il 13 luglio 1944, il paese di Rocca Ricciarda m.957 fu bombardato e distrutto dai tedeschi.

Dieci anni dopo il paese era già stato ricostruito e, per la prima volta nella storia della borgo, fu costruito e reso operativo l’acquedotto idrico. La popolazione, che aveva concorso alla realizzazione  di questa opera pubblica, volle ricordare l’evento murando, nel sasso sopra alla fonte, una lapide scritta.

  

Attualmente le parole incise sulla lapide sono quasi illeggibili perché corrose dal tempo e dagli agenti atmosferici, più che   lettura è stata una decifrazione. Ne riportiamo il testo:

IL LAVORO DEL POPOLO

DI UOMINI DI BUONA VOLONTA’

IL CONCRETO ATTO

DELLA LEGGE DELLA MONTAGNA

IL CONTRIBUTO DEL COMUNE

NEL DECENNALE DELLA DISTRUZIONE

DI ROCCA RICCIARDA

HANNO FATTO L’ACQUEDOTTO ELA FONTE

SIMBOLO DI VITA E DI PACE.

1954

 

La strada carrozzabile arrivò solo nel 1973 per cui fino a quella data, la popolazione residente (alcune famiglie) per andare e venire dal paese usava sentieri e metodi atavici (foot by foot) uguali a quelli di secoli prima.

Oggi Rocca Ricciarda è tornata  il bellissimo paese di montagna come era una volta.

 

Foto prima in alto :Panoramica del paese venendo  da Poggio.

Foto in alto a sinistra:Sulla parete esterna  della casa sono riportate le date della distruzione del paese (13 Luglio 1944) e la probabile data di inizio ricostruzione della casa distrutta (1 Agosto 1946)

Foto in alto a destra: Fonte pubblica con lapide murata.

Foto qui sopra : Cassetta postale delle Regie Poste

Foto sopra: Ragazze della Rocca nel 1950.

Foto sopra: Abitanti della nostra montagna (anno 1950).

Le foto dei personaggi sono state riprese dal libro “ La transumanza vissuta dai protagonisti” di Marisa Panti Berretti  edito nel 2007  con il Patrocinio del Comune di Loro Ciuffenna.

 

Le altre foto, insieme al testo sono di Vannetto Vannini