Titolati 17 nuovi Accompagnatori di Cicloescursionismo – Tra loro Massimo Bellacci nostro socio

Dopo 8 giornate, iniziate a gennaio 2018, concluso il primo corso organizzato alla Scuola Regionale di Escursionismo Toscana per Accompagnatori Ciclo. Focus su tecnica, cultura e insegnamento

Domenica 10 giugno si è concluso a Fognano (PT) il 1° corso organizzato dalla Scuola Regionale di Escursionismo Toscana per Accompagnatori di Cicloescursionismo, titolo di primo livello. Tutti i 17 allievi che hanno portato a termine il corso hanno superato le verifiche finali e verranno prossimamente nominati Accompagnatori di Cicloescursionismo dal Presidente Generale del CAI.

Il titolo permetterà a questi soci di potersi impegnare nelle scuole sezionali per la direzione di corsi di cicloescursionismo o supportare le scuole regionali nella formazione di altri accompagnatori.
L’Accompagnatore di Cicloescursionismo CAI è una figura che abbina importanti conoscenze di tipo culturale alle necessarie conoscenze tecniche per frequentare con consapevolezza l’ambiente montano con la MTB, oltre alle capacità didattiche per poterle insegnare.

Il corso, iniziato nel mese di gennaio 2018 con le selezioni e proseguito con 8 giornate complessive di formazione nella bellissima cornice delle colline toscane, ha richiesto grande impegno ai partecipanti ed è stato per loro motivo di soddisfazione: “esperienza molto arricchente sia dal punto di vista umano oltre che per competenze acquisite”, come hanno detto alla fine alcuni neo accompagnatori.

Stefano Landeschi della Sezione di Sesto Fiorentino, Direttore del corso, affiancato dal vicedirettore Alberto Monzali (sezione di Bologna) e da Pietro Napolitano (Sezione di Pisa), con il supporto della Commissione Escursionismo Toscana presieduta da Fabrizio Scantamburlo e dalla Scuola di Escursionismo Toscana capitanata da Massimo Vegni,hanno egregiamente gestito e portato a termine l’impegnativo corso, affiancati da un corposo team di esperti Accompagnatori titolati, tra i quali alcuni docenti provenienti dalla Scuola Interregionale di Liguria-Piemonte-Valle d’Aosta per le parti specialistiche del Cicloescursionismo.

Oltre a svolgere materie culturali e tecniche, necessarie per affrontare con consapevolezza e sicurezza la montagna e in particolare i percorsi cicloescursionistici,si è molto insistito sugli aspetti legati all’insegnamento: tecniche di comunicazione, didattica delle tecniche di guida e della conduzione di cicloescursioni per formare soci competenti nella gestione delle attività sociali. In altre parole, a trasmettere la cultura del CAI, passione ed esperienza, conoscenza e amore per la montagna. Con l’invito a proseguire il cammino intrapreso con approfondimenti anche personali, perché il corso non è un punto di arrivo ma un punto di partenza. 
Complimenti e buon lavoro a tutti i nuovi accompagnatori.

Marco Lavezzo