Anello Ex Ferrovia di Murlo in MTB

Percorso ad anello con partenza ed arrivo a Murlo, attraverso il percorso della vecchia ferrovia delle miniere di Murlo.

Descrizione Tecnica

Itinerario non impegnativo, con la sola eccezione della salita da La Befa e della chiesetta di San Giusto. Il percorso alterna strade asfaltate a tratti di strada bianca, il settore della vecchia ferrovia è un sentiero in alcuni punti abbastanza stretto.

La difficoltà, secondo quanto indicato dal gruppo di lavoro CCE ciclo escursionismo CAI, è catalogata in MC/MC

Luoghi di interesse

Senza dubbio il Castello di Murlo, dove è possibile visitare il museo etrusco ed il castello di Tancredi.

Punto di partenza e arrivo: Murlo
Lunghezza percorso: 35 Km circa.
Dislivello: 996 mt (circa)
Zone attraversate: Val di Merse (SI) – Comuni di Murlo
Luoghi di interesse: Castello di Murlo – San giusto- Castello di Tancredi- rovine del castello di montepertuso
Difficoltà: MC/MC

Descrizione percorso

Partenza dal parcheggio del castello di Murlo si scende su asfalto verso la frazione delle Miniere di Murlo. Dalle miniere si prosegue su sterrato fino ad un incrocio su un tornante; da li si scende sulla sinistra verso la sbarra di legno dove inizia il percorso didattico della “Vecchia Ferrovia delle Miniere”. Il sentiero è stato realizzato lungo una direttrice che non supera una pendenza del 4%; la sua particolarità, è la stretta ed impervia gola formata dai calanchi del Torrente Crevole (lungo il tracciato recentemente ci sono state alcune frane che andranno necessariamente oltrepassare a piedi, attenzione anche ai punti un po’ più stretti e esposti ). Alla fine del sentiero, dopo  aver oltrepassato il vecchio mulino della Befa e guadato il torrente, si arriva in corrispondenza del piccolo borgo de la Befa. Qui inizia la salita, fino al bivio con la SP 34 “di Murlo”. A questo punto la Val di Merse si spoglia del bosco affacciandosi verso le straordinarie terre nude delle Crete Senesi: sulla destra è ben visibile il profilo della città di Montalcino. All’incrocio caratterizzato da un imponente cipresso si seguono le indicazioni per Bonconvento/Bibbiano, si oltrepassa il bivio per la fortezza di Castello Tancredi e si arriva in località Bibbiano, dove si prosegue a sinistra per Buonconvento. La strada scende in modo deciso e, proprio alla fine della discesa, si piega ancora a sinistra imboccando una strada sterrata. Si pedala sullo sterrato de La Piana, intercettando un tratto del percorso dell’Eroica, si piega a sinistra in direzione Murlo. Un breve ma ripido strappo conduce alla capellina di San Biagio; da qui il percorso prosegue su strada sterrata in buono stato, toccando i poderi Montorgiali e Montorgialino e torna a scendere fino ad un bivio; da qui inizia ora un tratto in saliscendi lungo il crinale del poggio, dal quale è possibile osservare la valle del torrente Crevole, fino all’abbazia di Montepertuso, un eremo del XII secolo ora sede di una comunità di recupero. A poche decine di metri dall’abbazia, in pratica a diritto di fronte alla facciata della chiesetta, si trovano le rovine di un castello precedente: il panorama sulla  valle dell’Ombrone e dell’Arbia lascia capire come la posizione fosse strategica per controllare la zona. In fondo alla discesa, breve ma ripida, si arriva al piccolo abitato della Befa. Si prosegue in discesa, attraversando la ferrovia e costeggiando il fiume Ombrone su di una agevole strada sterrata. Superando la ferrovia su di un Cavalcavia, inizia ora un tratto di salita decisa, che porta ai 218 metri di quota del podere e della chiesetta di San Giusto, a mezzo di una strada che attraversa la riserva naturale del basso Merse si arriva a Campotrogoli. Da qui si  attraversa il fosso Crevole fino ad arrivare ad Oliveto e Raggiungere nuovamente il Castello di Murlo.

Traccia GPX scaricabile:

ex ferrovia murlo